Lasciare il nido

“Sono contento, sai? Pensavo fosse una cosa commerciale. I miei amici mi avevano sconsigliato di venire. Eppure...siamo solo a metà giornata, e mi hai dato lo stimolo che cercavo da tempo. Resterò anche il pomeriggio, perchè mi siete simpatici, ma per quanto mi riguarda, quel che cercavo l’ho ottenuto. E ti ringrazio: perchè ci metti... Continue Reading →

La Notte delle Masche

Nota: ho scritto questo articolo circa tre anni fa, in seguito ad un evento svoltosi al castello di Albiano d’Ivrea, in cui fui invitata per leggere i tarocchi. Tra qualche giorno tornerò con le mie carte nello stesso castello. Sembra passata una vita. Forse è veramente così.   Il pomeriggio di sabato ci regala un... Continue Reading →

Le cerimonie del gigante piccino

Abbiamo bisogno di cerimonie. Viviamo in una casa bellissima, in cima a una collina, ma con la porta blindata e le tapparelle costantemente abbassate. Così che il sole, per quanto brillante, non riesce ad entrare. All'interno della casa i muri si riempiono di muffa, i mobili invecchiano, i tessuti prendono cattivo odore. Ma noi ci... Continue Reading →

Il pensiero di qualcuno lontano

Vedi, Lė, la devi staccare così, dal colletto...così la pianta po’ ricrescere… No,no, non così! Le togli le radici, le fai male, piccinina!" Ho dieci anni, suppergiù. Nel campo assolato fa un caldo tremendo. Zia Mary, col fazzoletto di raso al collo e la camicia azzurra con le maniche arrotolate, mi scosta con le mani... Continue Reading →

Figlie della Notte

Quattro donne in un cerchio. Un solo uomo, a portare la sua presenza in un mondo non suo. Spero che fino a questa mattina abbiate trascorso dei momenti felici. Le parole si perdono nel fumo d'incenso. Perché oggi moriremo. Lavoriamo con l'assenza e la presenza ingombrante, mentre l'eredità di Samhain ci aiuta a lasciare andare.... Continue Reading →

Un’Anima alla Volta

Quando vado a lavoro in bici, passo dal Parco. È solo un breve tratto, ma mi piace vedere la gente che passeggia o corre, persa nei suoi pensieri. Ero a metà del tragitto. Ho oltrepassato un vecchio, vestito in giacca e cravatta, che beveva una birra seduto su una panchina. Aveva l'aria molto triste. Poi... Continue Reading →

La Materia dei Sogni

"​Lé, bongiorno! Ha dormito? Che voi pe' ccolazione? c'è i' latte coi corne flasc, l'pane trusciato col pomodoro o le nastrine..." Ho 24 anni, sono una donna fatta e finita. Ma non importa quanto tu abbia lottato per la tua indipendenza e autonomia, niente impedirà a tua nonna di preoccuparsi della tua colazione. "C'è anche... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑