Perché dovresti imparare a Sentire

Se mi segui da un po’ di tempo, probabilmente ti starai chiedendo perché io insista così tanto sul Sentire.

Su questo blog è una parola che, gira o rigira, puoi trovare quasi in ogni articolo, la ripeto praticamente alla nausea.
Senti le Erbe che hai intenzione di usare.
Senti l’Energia che scorre nel tuo corpo prima di fare un cerchio magico.
Senti gli Elementi e la loro potenza….

Insomma, Luce, possibile che tu riduca tutto a questo “sentire”?
Sei monotematica!

In effetti, il mio modo di percepire la Magia – e più in generale il Divino – non può prescindere da questo concetto.

Sentire significa riuscire ad ascoltare la propria nota e come questa si inserisce nella melodia del mondo.
Fermarsi davanti a una foglia coperta di rugiada e scoppiare a piangere di meraviglia.
Perdersi nello sguardo di uno sconosciuto incontrato per caso.
Provare un amore infinito nel percepire l’essenza silenziosa delle piccole erbe di un prato o del tuo balcone.

Sentire vuol dire giocare con l’Acqua, diventando una goccia di un torrente in piena.
Perdersi nel sussurro del Vento, ascoltandone i consigli antichi.
Danzare estaticamente con le Fiamme, sentendo il loro calore infonderci coraggio. Abbandonarsi al profumo rassicurante della Terra e al suo caldo abbraccio materno.

Sentire vuol dire percepire i Colori, in tutta la loro bellezza.

Oggi siamo tutti in grado di Fare.

Viviamo in un mondo dove possiamo Fare praticamente tutto.

Cresciamo imparando il valore dell’accumulo: di corsi, esperienze, certificati.
Tutto ciò che ci permetta di ottenere in pochissimo tempo conoscenze e abilità da poter dimostrare – con dovizia di particolari – agli annoiati spettatori della nostra vita.

E così, tra l’urgenza di provare il nuovo incantesimo appena letto, acquistare il pentacolo più bello (di pietra nera anticata, eh, mi raccomando) o seguire il corso che garantirà in 30 giorni soddisfatti-o-rimborsati l’iniziazione all’antichissima pratica dello Shamanic Quantum Energetic Reiki©, rischiamo di perdere di vista il vero senso, quello che dovrebbe stare alla base delle azioni pratiche.

Sentire.

Il Fare, senza il Sentire, è solo un castello di sabbia sulla spiaggia.

Una tavolozza senza colori.

Se non impari a Sentire potrai pasticciare finché vorrai – potrai Fare incantesimi, Fare esperienze, sicuramente vantarti del tuo potere – ma non potrai mai Vivere una vita davvero magica.

La cosa bella è che si può imparare.

Sul come farlo sono stati spesi fiumi di parole. Mistici, saggi e sciamani di tutto il mondo si sono dedicati a questo negli ultimi millenni.
Le strade per il Sentire sono praticamente infinite, devi solo trovare quella che più ti risuona.

Per quel che posso, azzardo un consiglio.
Liberati dal superfluo. Abbandona ogni aspettativa.
Concediti il lusso, e il diritto, di riacquistare l’entusiasmo dei bambini.

Un caldo abbraccio.

Luce

Se vuoi portare assieme a me un po’ di Magia nel mondo, condividi questo articolo.
Grazie di Cuore.
Leggi anche: 3 ESERCIZI SPIRITUALI DA FARE IN QUARANTENA (E NON)

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: