Se incontri un Buddha, uccidilo.

Vivi.
Smettila di inseguire il tuo destino e le patetiche rappresentazioni che tu stessa hai creato di esso.
Smettila di cercare il Sogno dell’Anima con droghe, trance, regressioni.
Sono coccole per l’Ego.

Fai a pezzi le parole scritte da Maestri di plastica che professano la soluzione.
Seguirli non farà altro che avvicinarti al loro volere, allontanandoti da Te.
Allora capirai che tutto è tuo Maestro, se sarai capace di ascoltare.

Togliti quella corazza di sicurezze che hai messo su per nascondere e proteggere la tua paura.
Servirà solo a schermarti dagli altri, a rafforzare l’idea che ti sei fatta di Te.

Perché no, non sei la principessa rinchiusa nella torre inespugnabile, in attesa di un salvatore benefico – a lungo cercato – che arriverà un giorno a rivelarti la missione che devi compiere.
Sei la torre stessa.

Ma non preoccuparti.
Ogni mattone della tua torre, ogni certezza, ogni piano verrà spazzato via al momento opportuno.
Il Destino, quello vero, solo tuo, verrà a prenderti indipendentemente che tu lo voglia o meno.

E quando succederà, sii come l’Acqua.
Abbandonati alla corrente.
Abbandonati alla Vita.

Se incontri un Buddha, uccidilo.

 

Se vuoi portare assieme a me un po’ di Magia nel mondo, condividi questo articolo.
Grazie di Cuore.

Leggi ancheIl segreto per incantare in sicurezza le erbe, i due Maestri – parte prima

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: